SCUOLA VIVACE

IL PROGETTO "SCUOLA VIVACE"

I Latini recitavano "nomen omen" ed in questo caso il progetto "SCUOLA VIVACE" ha lo scopo di "vivacizzare" la nostra scuola e il territorio in cui insiste coinvolgendo la comunità, le istituzioni scolastiche in rete e le associazioni culturali della zona in un laboratorio ampio di idee, esperienze e saperi.

La scuola secondaria di primo grado "N. Monterisi" è collocata nel quartiere Pastena a circa 3 Km dal centro della città. Il territorio, nel passato a vocazione agricola, a partire dalla seconda metà degli anni '50 con la costruzione di molteplici edifici a uso abitativo ha sviluppato un'alta densità demografica, con luci ed ombre proprie dei contesti urbani nati per tale utilizzo. L'area difforme nella conformazione urbanistica, nel tessuto sociale, nella distribuzione e articolazione dei servizi commerciali è abitata da circa 15.000 abitanti suddivisi in circa 4.000 famiglie mediamente "giovani", composte da tre o quattro componenti. L'ambiente socio-economico e culturale in cui è inserita la Scuola "Monterisi" presenta una prevalenza di addetti al settore terziario. Caratterizzato da un relativo livello di benessere, prevalentemente materiale, l'area rileva fasce sociali deboli fra gli anziani e i giovani disoccupati. Sul territorio esistono diverse istituzioni direttamente o indirettamente educative: asili nido, scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado, la Biblioteca di Villa Carrara, il Centro sociale di via Cantarella. Sono presenti centri sportivi e musicali privati, oratori, ma, come capita nei quartieri che nascono così velocemente, le strutture pubbliche indispensabili e gli spazi verdi facilmente fruibili non sono sufficienti per un impiego veramente formativo del tempo libero. La vocazione abitativa dell'area ha progressivamente fornito e ampliato il bacino di utenza della scuola rinvigorendone la popolazione, inoltre la scuola accoglie anche studenti di zone limitrofe e di quartieri più lontani, spesso collegati al pendolarismo dei genitori. Pur se non forte, c'è una presenza di alunni stranieri figli di immigrati.

Il progetto "SCUOLA VIVACE", pertanto, si pone l'obiettivo di perseguire l'arricchimento del territorio e della sua comunità attraverso un'evoluzione della nostra scuola come luogo di incontro, che favorisca processi di partecipazione democratica ed accrescimento culturale degli allievi. Si intende favorire l'ampliamento dell'offerta didattico formativa complessiva grazie a nuove esperienze laboratoriali, attività extracurricolari, di metodologie sperimentali ed innovative, di percorsi di orientamento, continuità e sostegno.

Viste le opportunità offerte dal POR FSE "Scuola Viva" il progetto si articola in moduli che intendono perseguire diversificate tipologie di intervento

Valutazione

Il progetto si avvale di un referente per la valutazione che coordini gli interventi di verifica e valutazione degli apprendimenti nell'ambito degli interventi attivati nello svolgimento dello stesso e si interfacci fra la scuola e gli interventi esterni di valutazione e di monitoraggio

Partenariato Scuola

  • Liceo Statale "Alfano I" di Salerno
  • Liceo Statale "F.Severi" di Salerno

Associazioni Partner

  • Associazione Culturale Primopiano
  • Associazione Culturale Giovanile Moby Dick
  • Associazione Macroverso
  • Associazione Musikanten

300 ore per circa 278 studenti

articolate in un cronoprogramma che vede l'avvio delle attività a paartire da Novembre 2016 per terminare a Luglio 2017.